Il diabete

banner-diabete

schemainsIl diabete è la malattia metabolica più diffusa. Colpisce circa il 2% della popolazione.
È caratterizzato (e diagnosticato) da un aumento del glucosio nel sangue. Nonostante sia una malattia molto grave, diffusa e studiata, molti meccanismi restano oscuri.

 

Classificazione patologica del diabete

Il termine diabete è piuttosto generico, perché ne esistono diversi tipi. Uno molto conosciuto è il “diabete giovanile”, caratterizzato da una carenza di insulina. Ma la maggior parte dei diabetici hanno la variante chiamata “di tipo II” (o “dell’adulto”). Questa forma di diabete (che colpisce quasi un milione di persone solo in Italia) è del tutto senza sintomi e non di rado viene scoperto solo quando si manifestano delle complicazioni.
Le persone a rischio di diabete sono innanzitutto coloro che hanno avuto un diabetico in famiglia. La scoperta di questo tipo di diabete è spesso una sorpresa: colpisce di preferenza persone adulte (dopo i 30 anni) e in perfetta salute, magari in sovrappeso, ma che non hanno alcun sintomo e quindi portano avanti il diabete magari per anni. Si tratta anzi spesso di persone piene di energia.
Basta uno solo di questi sintomi per suggerire un controllo:

  1. quando si ha molta sete per un periodo lungo
  2. quando si urina molto e spesso accompagnata da glicosuria
  3. quando compaiono macchie soprattutto sulle gambe
  4. quando si notano ripetute parestesie delle piante dei piedi

Spesso però il diabete decorre senza sintomi, ed è bene per tutti (una volta passati i trent’anni) sottoporsi periodicamente ad un esame della glicemia. Ma coloro che hanno un parente diabetico dovrebbero effettuare questo esame (ed altri) con una certa frequenza, perché sono a rischio, anche se il meccanismo genetico è uno degli aspetti ancora mal definiti con precisione.
Le cosiddette “complicazioni” del diabete sono molto temibili:

  1. può provocare danni alla vista, che può diminuire in modo drammatico per la “retinopatia diabetica”. Il diabete è la causa più comune di cecità in Italia. Può causare la cataratta che nei diabetici insorge ad un’età inferiore alla media.
  2. il diabetico è maggiormente predisposto verso l’arteriosclerosi e l’infarto. Anche i problemi ai grossi vasi sono quelli tipici dell’età avanzata, ma nel diabetico si manifestano ad un’età inferiore.
  3. il diabetico soffre molto facilmente di infezioni urinarie che possono causare danni ai reni, di malattie renali che possono essere gravissime, di infezioni alla pelle e alle mucose.
  4. il diabetico può soffrire di gangrena al piede, cosa che può portare perfino all’amputazione (Piede diabetico: vedi www.ilpiedediabetico.it).

Vi sono diverse altre complicazioni, tra cui quelle di tipo neurologico, di minore importanza.
La cura del diabete di tipo II dovrebbe partire sempre e comunque con una dieta, da osservare per un mese o due. Questa dieta dovrebbe essere consigliata da uno specialista, in modo da valutare una serie di possibili complicazioni e gli esami di laboratorio (spesso risultano elevati i valori di trigliceridi e/o il colesterolo).
Al termine del primo periodo di dieta si può valutare se è il caso di assumere o meno farmaci a seconda della risposta alla dieta del livello di glucosio.
Esistono diversi farmaci, ciascuno con vantaggi e svantaggi. Viene largamente usata la metformina, ma accanto ad una notevole efficacia, maneggevolezza e costo molto basso, comporta il rischio di una complicazione molto rara ma molto grave: l’accumulo di acido lattico che può avere anche un esito mortale.
Purtroppo la probabilità di cadere nelle conseguenze più temibili (cecità, insufficienza renale, ecc) non è proporzionale al livello di glucosio nel sangue e quindi un controllo del diabete effettuato con tutti i vari metodi ma seguito in modo approssimativo può portare a gravi conseguenze.
La terapia spesso è rappresentata da un cambiamento nello stile di vita, impostando una dieta opportuna e un’attività fisica adeguata. In alcuni casi si può e si deve ricorrere anche a dei farmaci.
(da Wikipedia, L’Enciclopedia libera)

banner-offerte